RAGNARÖK

Articolo di Janne Nollåtta

Cari italiani e camerati. Voglio porvi una domanda: come vorreste che crescano i vostri figli e i vostri nipoti? Questa è una delle domande che solitamente mi pongo e ogni volta arrivo sempre alla stessa conclusione: vorrei per loro la felicità e la sicurezza. Questo mio sogno per la mia futura famiglia si sta invece trasformando in un incubo perchè ogni giorno che passa si avvicina sempre di più il compimento di una società figlia della globalizzazione, di un sistema multiculturale che odia lo spirito e le tradizioni del nostro popolo. E ‘con grande dolore che vi riporto il quadro della situazione in cui riversano i paesi del nord Europa e i loro popoli, quelli che nell’immaginario collettivo dovrebbero essere biondi, alti e con gli occhi azzurri, ivi compresa la Svezia. Una situazione sociale, la nostra, che dalle vostre parti forse non comprendete e stentate a conoscere e capire a causa di una stampa che nulla vede e nulla sente perchè serva dell’informazione sionista che ogni giorno ci avvelena e ci nasconde la verità attraverso l’operato dei politici troppo scaltri e addestrati a cianciare falsità con le loro lingue velenose.

Nel 1975 fu presa una decisione dai politici svedesi di dover far nascere in Svezia una società multiculturale. Da allora l’immagine della “Madre Svezia” cambiò in maniera tale da non essere più la stessa. Quelle case rosse in campagna con una bandiera svedese sul fronte, è stato sostituito da un ghetto di cemento con antenna parabolica sul balcone, famiglie in cui i figli non assomigliavano più ai genitori, luoghi in cui prima si ergevano campanili bianchi ora si edificano le moschee e così via.
Sì purtroppo quanto appena detto risponde alla verità oggettiva dei fatti, tutto ciò che i nostri antenati con fatica e sacrificio avevano costruito nel corso di migliaia di anni è stato inesorabilmente spazzato via.

Oggi giunti nel 2012 su 9,4 milioni, le statistiche politically correct ci dicono che, quasi il 15% della popolazione è costituita da immigrati e ciò corrisponde alla cifra di 1,3 milioni di persone. Questi media nostrani non contano però gli immigrati di 2 ° o 3 ° generazione. Bisogna considerare un dato molto importante ossia che una donna svedese in media ha 1,8 figli, mentre le famiglie di immigrati sono molto più numerose come ad esempio succede nelle famiglie musulmane (per la cronaca in Svezia ci sono circa 400 000 musulmani). Altro dato significativo è che il nostro paese è costretto ad accogliere ogni anno decine di migliaia di stranieri andando ad aumentare significativamente il numero che vi ho riportato sopra, infatti ad esempio nel 2009 hanno ottenuto la cittadinanza svedese 76 000 stranieri. Con questo alto livello di immigrazione e la loro elevata crescita demografica il Nord Europa si sta avviando alla sua estinzione. Alcuni esperti prevedono che gli svedesi saranno in minoranza entro il 2050, quindi tra circa 38 anni.

Ma in numeri oltre a quanto detto tutto ciò cosa ha significato nel corso del tempo questa invasione di stranieri?
Nel 1950, i casi di aggressione erano 7 400.
Nel 2009 si è arrivati a 86 000 casi.
Nel 1950, i casi di stupro dichiarati erano 350.
Nel 2009, siamo arrivati purtroppo a 5 900.

Questi sono due esempi ripresi dalle statistiche ufficiali sulla criminalità che purtroppo coincidono temporalmente con il processo immigratorio e allora la domanda è la seguente potrebbe ciò avere qualcosa a che fare con tale processo? A meno che non ci svegliamo e non si iniziano a prendere delle decisioni serie su questa materia quale sarà il nostro futuro?

Ma memori del nostro passato, per ogni minuto che passa la resistenza fra gli Uomini del Nord cresce e come i Vichinghi, avremo la meglio per realizzare quel sogno che vorrei regalare ai miei figli e ai miei nipoti.

Viva la Svezia
Viva l’Italia
Viva l’Europa

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...