10 luglio 1943, l’inizio della fine…

Un presagio di quanto sta per accadere avviene già il 9 di luglio per mezzo del metodo che è più congeniale agli invasori: il bombardamento indiscriminato di città, a pagar dazio Caltanissetta, Siracura, Palazzolo, Acreide e Porto Empedocle. La dinamite lanciata dal cielo sulla nobile isola siciliana spiana la strada all’invasione per costa che si consuma nel tratto tra Siracusa e Gela alle primissime ore dell’alba del 10 luglio, laddove la corazzata anglo-americana trova una coraggiosa sebbene inutile resistenza delle impari divisioni Livorno e Goering. In soli sette giorni gli invasori raggiungono Palermo, sancendo il controllo totale della strategica isola all’estremo sud dell’Italia e il conseguente tassello primario, fondamentale, per perseguire un cammino che li porterà fino a Roma. Da quel 10 luglio si sancisce anche, ahinoi, il ritorno incombente della mafia, delle mafie anzi, spazzate via dall’autorità fascista atta a consegnare sovranità all’italica patria e dunque a sbarazzarsi d’ogni virus interno al paese e servita invece al governo americano per pianificare lo sbarco e per instaurarsi all’interno dell’isola. E’ quindi quello del 10 luglio 1943 l’inizio di una fine che si consuma quotidianamente ancora oggi, nella misura in cui in Italia stazionano 113 basi americane e nella misura in cui un governo, quello di recente investitura nel caso specifico, minaccia di farsi beffa del risultato di un referendum cittadino che dovrà decidere se opporsi o meno all’ampliamento di una base in quel di Vicenza, al fine di "rispettare gli accordi presi con l’alleato americano"…
 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...